Come sono strutturati i passeggini trio?

Per chi ha necessità di acquistare un sistema modulare o passeggini, per fare lunghe passeggiate con il proprio bebè, conviene documentarsi online riguardo le innumerevoli varietà e modelli disponibili. Il consiglio è sicuramente di fare una sceltaponderata” pensando alle proprie esigenze familiari e in base al budget economico messo da parte. Il mercato offre infinite soluzioni, a scelta tra passeggini trio, carrozzine classiche, sistemi modulari duo e via dicendo, ma prima di un eventuale acquisto deve essere ben chiaro un concetto: da un alto ci sono i passeggini, dall’altra le carrozzine. Molto spesso, la gente si confonde in quanto non comprende perfettamente la differenza tra i due dispositivi.

La carrozzina è quella “pezzo” che poggia sul telaio orizzontalmente che permette al bebè di stare sdraiato. Questa è una funzione che sarà utilizzata di frequente nei primi mesi di vita del piccolino poiché necessita di rimanere in quella posizione il più a lungo possibile per rafforzare le ossa in modo corretto. Inoltre, grazie a questa posizione di 180° sarà possibile portare a spasso il bebè anche durante il suo risposino giornaliero. Infine, la carrozzina può essere anche impiegata all’interno delle mura domestiche per i sonnellini pomeridiani del piccolino sebbene sia consigliato l’utilizzo di una culla.

…e le altre funzioni?

I passeggini trio sono muniti, oltre alla carrozzina, anche del passeggino e dell’ovetto.

Il passeggino svolge la funzione di portare a spasso il bambino, quindi di “passeggiare”. Si distingue dalla carrozzina solo dalla posizione assunta dal bebè che, in modalità passeggino, sarà seduto e non più sdraiato. Attraverso la comoda seduta del passeggino, il piccolino potrà godersi le bellezze del paesaggio e interagire con il mondo esterno. Purtroppo, questa funzione si può sfruttare solo quando il piccolino sarà più grandicello e in grado di stare seduto da solo.

L’ovetto, invece, è la struttura della carrozzina che può essere staccata dal telaio per essere impiegata all’interno dell’autovettura per il trasporto del bebè in totale sicurezza. Chiaramente, gli ovetti sono omologati e certificati per ospitare i bambini fin dalla loro nascita, ma una volta superato il limite di età e di peso, si dovrà necessariamente acquistare un dispositivo a parte se si vuole trasportare il piccolino in macchina.

Da come si evince con i passeggini trio non ci sono svantaggi. Forse, gli unici “intoppi” potrebbero riguardare il costo, abbastanza elevato rispetto ai passeggini tradizionali, e il peso, piuttosto eccessivo a causa della struttura multifunzionale. Se il bebè è già ampiamente sviluppato e cresciuto, i passeggini trio non sono proprio la scelta giusta poiché molte funzioni non verrebbero sfruttate.

A chi rivolgersi per l’acquisto?

Anche se i passeggini trio seguono tutti la stessa metodologia costruttiva, non sono tutti uguali e differiscono per qualità, proporzioni, peso e tinte. Uno dei brand più competitivi sul mercato è Adamex (www.adamex.it ) specializzato nella progettazione e vendita di passeggini trio e sistemi per auto rivolti all’infanzia, con un ampio catalogo di proposte e modelli tutti diversi fra loro dando la giusta importanza al fattore estetico. Scorrendo le numerose schede-prodotto sul sito sarà possibile scegliere passeggini trio più adatti alle proprie necessità oppure in base ai propri canoni stilistici. Qualunque sia la scelta, i passeggini trio Adamex accompagneranno ogni mamma per lunghissimo tempo!

(Visited 22 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *