Nutrizione e digestione. Come avvengono in parole semplici.

L’alimentazione non è nient’altro che la fornitura di energia al nostro organismo per espletare le fondamentali funzioni cellulari. In un’ottica più ampia esse rappresentano il quantum di energia necessaria per sopravvivere, attraverso un meccanismo di consumo e pulizia denominato metabolismo. Il nostro corpo ha bisogno di energia, di assimilarla, ma anche di espellere i residui tossici.

L’alimentazione funziona secondo uno schema allo stesso tempo semplice e complicato. Anzitutto la prima tappa della nutrizione è la masticazione. In bocca abbiamo 28 denti che fungono da un mix di coltelli e macine. A 20 anni sono cresciuti tutti e 4 i molari compresi i famigerati denti del giudizio. La lingua è fondamentale oltre che nel gusto anche per mandare giù il boccone, aiutata dalla saliva che lo impasta e facilita la deglutizione. In questa fase l’amido si trasforma in sostanze zuccherine più semplici e solubili.

Successivamente il boccone che ormai è ridotto a una pallottola va dritto nell’esofago dove avviene la prima tappa della digestione: il cibo è triturato e le proteine sono trasformate, grazie al calore, formando il chimo. Per questo è importante non prendere freddo durante la digestione, per evitare di disperdere calore, fondamentale per una buona digestione. Dall’esofago il chimo passa nell’intestino. Il fegato partecipa al meccanismo emettendo la bile che scioglie le sostanze grasse. Il pancreas a sua volta riversa sostanze che completano la digestione dell’amido. Ormai tutto ciò che serve al nostro corpo in termini energetici è diventato solubile e quindi può entrare nella circolazione attraverso i villi dell’intestino. Tutte le sostanze che invece non sono solubili e non servono in quanto non vengono digerite, finiscono nelle feci.

Lo scopo finale dell’alimentazione, dunque, è quello di fornire energia all’organismo. Questa però dev’essere ottenuta a partire dai cibi, che sono spesso trasformati e che non costituiscono un’unità energetica semplice. La digestione serve esattamente a scomporre gli alimenti e fare in modo che siano solvibili e possano entrare in circolazione nel sangue. Tutto ciò che non riusciamo a rendere solubile e non possiamo utilizzare, diventa scoria. Una parte va via con i liquidi, un’altra forma le feci che sono quindi lo scarto finale di un lungo processo digestivo.

Quali sono le forme di energia dell’alimentazione che utilizziamo?
Gli alimenti indispensabili che formano il carburante per il nostro corpo sono:

  • le proteine che servono a ricostituire parti del corpo consumate, sono fondamentali ad esempio per riparare i muscoli e nella salute delle cellule.
  • i grassi vengono spesso vituperati ma oltre a fornire calorie, aiutano il cervello. I grassi insaturi fanno molto bene all’organismo e presiedono alla salute di alcune funzionalità fondamentali: omega 3, 6, 9.
  • gli zuccheri danno energia immediata, si distinguono in zuccheri semplici e zuccheri raffinati. Gli zuccheri raffinati sono i carboidrati e sono fondamentali per il metabolismo. Gli zuccheri semplici come lo zucchero di canna danno un effetto immediato di energia, ma non sono indispensabili e anzi fanno ingrassare quando vengono assunti in eccesso.
  • le vitamine si trovano in diversi alimenti sia di natura animale, sia vegetale. Sono fondamentali per non generare gravi scompensi.
  • i sali minerali presiedono allo sviluppo delle ossa e alla salute di tanti organi, nonché alla buona tenuta dei tessuti come le unghie, la pelle, i capelli. Tra essi vanno citati il selenio, lo zinco, il magnesio, il fosforo, il calcio, il ferro (decisivo per l’ossigenazione del corpo).
  • l’acqua infine è l’elemento fondamentale che serve alla funzione cellulare e al fondamentale sistema linfatico. Siamo fatti al 60% di acqua.
(Visited 3 times, 1 visits today)

Tecnologia

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*