Migliorare il proprio aspetto in pochi passi

L’alimentazione è uno dei fattori fondamentali che influenzano il nostro stato di salute. Nonostante l’assunto del detto popolare, che mangiare di più rimetta in forze e faccia stare meglio, da tempo la comunità scientifica sta dimostrando che più che la quantità conta la qualità e che comunque, quando mangiamo poco, a parte i casi di mal nutrizione conclamata, tendiamo a stare meglio, a regolare il nostro metabolismo.

Il punto è che comunque la qualità di ciò che mangiamo oggi è insidiata dal modo in cui prepariamo gli alimenti, li confezioniamo e poi li acquistiamo. fino a 60 anni fa, non esistevano molti conservanti chimici e additivi. Sui supermercati c’era quasi sempre roba fresca, persino la carne macellata veniva consumata in pochi giorni. E questo vale ovviamente per tutti i tipi di prodotti, spesso caratterizzati da un eccesso di zucchero, di sale o di additivi e conservanti (cibi che insomma non si potrebbero conservare a lungo se non per la presenza di questi componenti).

L’alimentazione sana e naturale incide sul proprio aspetto per oltre il 70/80% dei casi. Il resto è lasciato alla genetica e al movimento fisico, l’allenamento o comunque lo svolgimento di una professione che non è troppo sedentaria o troppo usurante.

Bere molto: normalmente si dice che bisognerebbe bere due litri d’acqua, ma va considerato che alimenti come frutta e verdura sono già ricchi d’acqua. Quindi direi che ci possiamo accontentare di 8/10 bicchieri al giorno. Essere bene idratati aiuta pelle e capelli a sembrare più giovani.

Non usare troppo trucco: le donne spesso ne abusano e ne abbondano, ma non è affatto naturale ricoprirsi troppo perché si possono provocare eritemi e arrossamenti. Non c’è bisogno di recarsi nel posto di lavoro come se foste state invitate a un matrimonio. Ogni tanto fare degli scrub per rimuovere le impurità, vale anche per gli uomini, soprattutto se vivete in zone particolarmente inquinate.

Bilanciare la dieta a favore di verdure, ortaggi e frutta. L’invecchiamento della pelle è l’effetto più macroscopico che osserviamo dall’esterno, rivelatore dell’età di una persona. La frutta e la verdura aiutano ad avere una pelle liscia, levigata, rilucente, più giovanile.

Mangiare poco, ma prendere tutti i nutrienti. Mangiare poco è fondamentale, ma non bisogna tralasciare i nutrienti: vitamine e minerali devono essere assunti regolarmente, quindi non mangiare solo frutta e verdura dello stesso tipo, integrarla con pesce, cereali integrali, all’occasione carni bianchi e uova, senza eccedere in cibi come salumi e formaggi, anche se fanno parte della nostra tradizione culinaria. Meno sale e sicuramente eliminare tutti gli zuccheri raffinati che non apportano alcun nutriente.

Rimanere se possibile di buon umore. Lo stress è uno dei peggiori nemici per l’invecchiamento. Occorre circondarsi possibilmente di persone positive. Cercando di non crearsi inutili problemi.

Infine, l’esercizio fisico: muoversi, fare esercizi aerobici, una corsa, nuoto, anche una passeggiata veloce. Andare in palestra, ma solo per faticare, aiuta e non poco. I benefici dell’esercizio fisico si perdono se non viene svolto in maniera continuativa.

Eliminare gli inutili vizi come la sigaretta e limitare il caffè, che danneggia lo smalto dei denti, come tutte le bevande acide. Una donna che fuma sembra sempre più vecchia di una che non fuma.

(Visited 3 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *