La PNL non è una neuroscienza

Le neuroscienze sono un complesso di discipline che hanno per oggetto lo studio complessivo e globale del sistema nervoso. Ciò che ha ispirato lo studio globale è che l’analisi del comportamento animale – e in primo luogo dell’uomo – rivela come tutto ciò che facciamo sia il prodotto di un’attività nervosa, in particolare nel cervello, per la cui comprensione serve un approccio a 360 gradi.

Un simile punto di vista, per quanto semplicistico e scontato possa sembrare, non era assolutamente contemplato all’inizio del secolo scorso e nemmeno quando ci si è avvicinati a comprendere, o provare a farlo, il funzionamento della mente. La nascita delle neuroscienze infatti può essere fatta risalire all’inizio degli anni ’50 quando il premio Nobel J. C. Eccles pubblica “Le basi neurofisiologiche della mente”, nel quale lo studioso gettava le basi della neurofisiologia, con degli studi condotti sulle cellule nervose e muscolari tramite l’ausilio di elettrodi. L’importanza di questa opera consiste nel fatto che è servita a studiare il sistema nervoso in modo attento il funzionamento delle singole cellule o dei sistemi di neuroni.

Neurochimica e neurobiologia, concernenti, la prima lo studio del sistema nervoso a livello molecolare e biochimico, la seconda lo studio appunto di singole cellule nervose – i neuroni – e di piccoli sistemi neuronali, insieme alla neurofisiologia hanno fornito importanti informazioni di base per indagini a un livello più alto. C’è sempre il rischio che questa materia si ammanti di connotazioni “zen” e “new wave” e venga maneggiata con poca cura da finti esperti, che la utilizzano a scopi divulgativi con l’intento di vendere qualche prodotto all’utente ignaro. È il caso – ad esempio – di tutta quell’area della programmazione neuro-linguistica, che viene spacciata come una panacea per la comprensione di tutti i fenomeni comportamentali e che invece è solo una parte di un sistema di conoscenze di cui le neuroscienze rappresentano uno strumento integrato. La PNL non viene nemmeno considerata una scienza e tenta di sfruttare le insicurezze naturali delle persone per vendere prodotti, anche e soprattutto da parte di chi non ha titoli di studio. La certificazione di coaching in area PNL non costituisce un titolo di studio valido, come quello posseduto dallo psicologo e non può essere considerata come alternativa scientifica, dato che non porta alcun reale risultato.

(Visited 9 times, 1 visits today)

Tecnologia

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*