I consigli che devi ascoltare per dimagrire

Se si vuole mangiar sano, vivere bene e quindi essere magri, ovvero non sconfinare nell’obesità conclamata e mettere a repentaglio la propria salute, occorre seguire dei consigli irrinunciabili. Consigli che i medici siano essi nutrizionisti, dietologi o cardiologi, sono ben felici di offrire, premurandosi di essere ascoltati. Un dottore quando ha a che fare con problemi di linea potrebbe avere un approccio duplice: da una parte spaventare il paziente mostrandogli la nuda verità, smitizzando il falso potere di alcune diete proposte ovunque come salvifiche. Oppure può avere un approccio di maggior supporto, facendo conoscere in modo graduale le conseguenze delle pessime abitudini alimentari. In ogni caso, a seguito di questa fase conoscitiva darà dei consigli da tenere a mente se si vuole mantenere un giusto peso forma, dimagrendo da una condizione di sovrappeso che fatichiamo a tener lontana.

Controlla misura dell’addome

Il dottore non si limita al peso, ma parla pure dell’indice di massa corporea. Un nutrizionista sa che prima o poi dovrà far capire al proprio paziente che il problema complessivo non riguarda il peso, ma la percentuale di massa grassa rispetto alla massa globale e il rapporto massa grassa : massa magra. Molte persone hanno sentito parlare dell’indice di massa corporea, ma pochi sanno come funziona. Un buon modo è quello di misurare la circonferenza dell’addome, dove si riversa la stragrande maggioranza del grasso: la sproporzione tra questa misura e l’altezza dice tutto. Se la circonferenza dell’addome nel punto più largo supera la metà dell’altezza il rischio di diabete e malattie pancreatiche o cardiovascolari è ben presente.

Fai Movimento

Muoviti, fai movimento. Un dottore serio non ti può non consigliare che il contrario di una vita sedentaria, soprattutto se non si è più giovani. Se si vuole mantenere uno stile di vita sano e un peso forma decente la dieta non basta. Su questo possono testimoniare tutti coloro che hanno fatto dieta senza fare esercizio o hanno fatto esercizio senza fare dieta. Le due cose lavorano insieme perché la mancanza di risultati genera frustrazione. Mentre l’azione combinata di sana alimentazione e sano movimento da raggiungere dei risultati in breve tempo, incidendo sul morale e sulla costanza che è un elemento imprescindibile quando si vogliono raggiungere degli obiettivi. Il regolare movimento, giorno per giorno o cadenzato secondo dei ritmi ben precisi, fa bene al cuore, alla circolazione, rinforza le ossa, i muscoli e migliora il sistema endrocrino, regolando la produzione di ormoni, diminuendo lo stress e diminuendo dunque i rischi di malattie ad esso connesse.

Evita lo stress

Meno stress e più comfort. Evitare lo stress è dunque fondamentale perché non tutti sanno che lo stress, che in realtà è una chiara risposta ormonale, con precise cause e conseguenze, sta alla base di piccoli e grandi disturbi, che alla lunga possono sfociare in processi infiammatori più o meno gravi, che possono colpire anche centri nevralgici del nostro corpo. Per cui bisogna assolutamente attivarsi per ridurre lo stress, diminuendo il rilascio di cortisolo che porta alla produzione di grasso. Per ridurre lo stress poi è fondamentale fare attività che ti diano gioia e felicità, ti riempiano le giornate di allegria: passare tempo con gli amici, avere relazioni affettive stabili e soddisfacenti, organizzare viaggi ed escursioni, andare in campagna, organizzare partite di calcetto o sedute di pilates, ascoltare musica e andare ai concerti, andare a teatro o visitare musei. In generale produrre risate al posto dello stress.

Quanti bicchieri d’acqua bere al giorno

Bere acqua e depurarsi. Ecco un toccasana veramente naturale: l’acqua. Si sente sempre che dovremmo bere almeno due litri d’acqua al giorno, ma sembra un’esagerazione anche perché spesso a lavoro non ne abbiamo la possibilità. Un studio però dice che dovremmo bere almeno dai sei agli otto bicchieri al giorno, compensando il resto con l’acqua contenuta nelle verdure, nella frutta e negli altri cibi. Un buon modo per non dimenticarsi di bere acqua è quello di farlo appena svegli, prima di un pasto e dopo un pasto, così da essere sicuri di averne bevuti almeno cinque. Altri due o tre bicchieri si berranno sicuramente durante il pranzo e la cena, per cui ci si mette abbastanza al sicuro. L’acqua è fondamentale non solo per mantenerci idratati, ma anche per far funzionare adeguatamente il nostro organismo. Un deficit d’acqua porta alla disidratazione, che ha serie conseguenze sul metabolismo, portano a un aumento di peso.

Evitare zuccheri e sale in eccesso

Misurare sali e carboidrati. Nella dieta per il controllo del peso, per stare in forma e dimagrire, due alimenti vanno tenuti estremamente sotto la lente di ingrandimento. I carboidrati e i sali. Tutti pensano che siano i grassi a far ingrassare e in una certa misura è vero, ma la verità è che spesso si tratta di furbe operazioni di marketing volte a lanciare prodotti dall’etichetta light. In verità, si ingrassa maggiormente per il consumo di zuccheri, tra cui i carboidrati sono sicuramente quelli lavorati e complessi. Queste cattive abitudini alimentari dipendono da stili di vita improntati alla fretta: si consumano cibi preconfezionati, surgelati e trasformati. Ma tutto ha un costo: più si mangia cibi da preparare in fretta, maggiore è il consumo di sali e zuccheri, che portano all’accumulo di grasso. E’ importante capire che gli zuccheri vanno assunti nell’eventualità di uno sforzo. Dobbiamo assumerne quanto serve per il metabolismo basale, ma possiamo farne a meno se non dobbiamo fare ulteriori sforzi. Lo zucchero non consumato viene convertito in grasso. Questo vale tanto per i carboidrati, tanto per le bibite gasate e l’alcool, autentici depositi di zuccheri. Pertanto quando acquistiamo al supermercato conviene sempre leggere le etichette preferendo sempre cibi a basso contenuto di carboidrati, zuccheri e sale. Bilanciandone il consumo durante la settimana.

Circondati di persone che vivono bene

Crea una rivoluzione interna, circondati di persone che amano vivere bene, fai in modo che il tuo rinnovato stile di vita, improntato al benessere e alla salute coinvolga altre persone, le influenzi e abbia durature conseguenze. In famiglia trasmetti questo stile ai figli, ai fratelli, ai genitori. Condiziona gli amici, cerca di sottrarti a cenoni, abbuffate, merendine. Preferisci sempre la soluzione naturale. Sostituisci lo snack preconfezionato con un frutto. Inserisci il pesce nell’alimentazione, dai spazio alla preparazione di verdure e insalate, concedendoti i dolci solo per le occasioni che veramente contano. Cerca di organizzare una dieta che tutti possano seguire, per il bene di tutti, basata su una tabella prefissata con tante variazioni. Se sei uomo e non sai cucinare, impara, se sei single avrai imparato un’attività che strega le donne e contribuisce a creare socializzazione.

(Visited 4 times, 1 visits today)

Tecnologia

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*