Come conservare gli alimenti in estate

Con la bella stagione alle porte i cibi freschi diventano sempre più deperibili e vanno conservati bene. Ecco quindi un rapido vademecum per conservarli al meglio e fare in modo che non deperiscano.

Latticini, yogurt e burro. Il latte in Tetrapak a certe temperature è consigliabile tenerlo in frigorifero, anche sigillato, a meno di non poterlo conservare in luogo fresco e al riparo dalla calura. Il burro invece va conservato sempre in frigo, ma in mancanza di esso, se per esempio si è in viaggio, lo si può conservare nella propria confezione originale, sigillata, dentro un bicchiere d’acqua fresca nella quale abbiamo sciolto un cucchiaio di sale. Formaggio sempre in frigo, lo stesso vale per lo yogurt che va consumato immediatamente.

La carne: con le alte temperature la carne tende a disfarsi facilmente, tanto che anche in inverno viene conservata nel congelatore. Nel frigo va conservata solo per l’immediata conservazione e non oltrepassando i due giorni. Può essere conservata più a lungo quando è cotta, ma separandola dal suo brodo e dalle eventuali salse.

Gli insaccati si conservano bene in luoghi freschi come una cantina, come è noto, importante è che sia buia e fresca, altrimenti vanno messi in frigo avvolti nella carta assorbente (le massaie suggerivano anche un panno di tela bianca, imbevuto con aceto).

La verdura: il caldo tende ad avvizzirla per cui bisogna pulirla, lavarla, farla sgocciolare e infine chiuderla in un sacchetto di plastica. Va sempre sistemata negli scomparti bassi del frigorifero. In assenza di frigo va conservata nella carta da pane o da macellaio e tenuta in un angolo fresco della casa.

Il pesce come si sa è un alimento di difficile conservazione, il caldo aumenta le possibilità che si deteriori rapidamente. Quindi non va semplicemente conservato: lo si prende fresco o lo si fa scongelare per il consumo rapido nel giro di poche ore. Fresco può essere naturalmente congelato nel freezer.

Il vino è una bevanda tipicamente invernale, ma il vino rosso si apprezza anche con piatti di terra durante l’estate. Va sempre tenuto chiuso con molta cura e in ambienti freschi, come le cantine, mai esposto al sole. Il vino bianco in estate spesso viene tenuto in frigo e tirato fuori poco prima di servire i pasti.

Le creme a base d’uovo si deteriorano facilmente anche in frigo, vanno consumate fresche (idem i dolci che usano l’uovo nell’impasto). Il bordo non si conserva bene e va consumato.

I cibi in scatola vanno consumati rapidamente una volta aperta la scatola, perché l’ingresso dell’aria comporta rapide variazioni. Fortunatamente le porzioni sono sempre limitate e di facile consumo.

I cibi cotti si possono conservare in frigo, ma bisogna usare dei recipienti puliti e sigillati. Non è mai consigliabile farlo nei recipienti usati per la cottura.

(Visited 18 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *