Che cosa è il metabolismo

Lo sentiamo spesso ripetere in TV, è diventata una parola che comprende tanti significati, soprattutto viene usata per giustificarsi del carente controllo del proprio peso. È il metabolismo, parola che deriva dal greco che significa trasformazione, o cambiamento (la radica è la stessa di metamorfosi, che significa cambiamento della forma). La trasformazione riguarda i vari processi che avvengono all’interno del corpo umano, tesi a convertire il cibo e altre sostanze in energia e sottoprodotti metabolici utilizzati dal corpo per le proprie funzioni. Si tratta quindi dei processi che consentono all’organismo di tenersi in vita perché permettono al corpo di espellere le tossine, curare le lesioni, riparare i danni, produrre nuove cellule e ingrandirsi. In altre parole, il metabolismo è un processo necessario attraverso il quale si determina la vita vivente.

Il metabolismo si esplica attraverso vari processi, molto significativo tra questi è la digestione è l’assorbimento delle sostanze nutritive. Ma le funzioni metaboliche possono essere influenzate da fattori esterni, come l’idratazione, la nutrizione e soprattutto l’attività fisica. Ognuno di questi elementi è fondamentale nel conseguire un metabolismo corretto. Quando mancano elementi come questi si parla in genere di basso metabolismo, la conseguenza maggiore e più avvertibile è la perdita secca di peso o l’eccessivo ingrassamento.

Riducente al contempo i grassi e le calorie ingerite possiamo indurre un abbassamento del metabolismo, che coinvolge meno processi. Il metabolismo pertanto andrebbe stimolato attraverso altri mezzi, come l’attività fisica quotidiana. Non è una buona idea alterarlo saltando i pasti o riducendo le calorie in modo estremo, in quanto un ridotto metabolismo induce l’organismo a organizzare delle riserve di grasso, ottenendo l’effetto opposto.

Il metabolismo viene anche coinvolto nella sintesi e trasformazione di sostanze come le droghe, l’alcol o la nicotina. Nel caso dei farmaci il metabolismo utilizza il catabolismo per spezzare le molecole più grandi (per esempio dei medicinali), per questo motivo vanno prese a stomaco pieno, per facilitarne l’assorbimento. La nicotina per esempio aumenta il metabolismo, motivo per cui è più facile controllare il peso quando si fuma (mentre si ingrassa non appena si smette). Ovviamente conviene sostituire la sigaretta col movimento fisico. Un buon metabolismo mantiene gli organi principali sani e allontana i processi infiammatori.

È divertente sottolineare che il metabolismo conferma la teoria di Einstein che una piccola quantità di massa può liberare tanta energia. Pensate per esempio allo zucchero semplice raffinato: l’efficacia immediata nell’alzare i livelli di glicemia nel sangue, permette di sentirsi meglio fin da subito. Il metabolismo è come un reattore nucleare in grado di dispensare energia nei modi più sorprendenti.

(Visited 1 times, 1 visits today)

Tecnologia

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*