fedi nuziali

Anelli e fedi: esiste una caratura minima da considerare?

Nel momento in cui si sceglie di fare un acquisto importante, quale ad esempio una fede nuziale o un anello di fidanzamento, è opportuno considerare diversi aspetti essenziali. Sicuramente, un fattore che non deve mai essere sottovalutato è quello legato allo standard qualitativo del prodotto. E’ sempre meglio orientarsi su qualche oggetto dalle forme più piccole anziché risparmiare sul pregio della gemma. Alcune persone sono più propense ad acquistare piccoli diamantini piuttosto che un anello con una sola pietra. Una fede nuziale o un anello di fidanzamento per essere considerati come tali, necessitano di piccoli ma validi accorgimenti, come ad esempio avere una gemma di almeno 0,30 carati il cui costo si aggira intorno ai 1500 euro. E’ sicuramente una bella cifra che corrisponde all’equivalente di uno stipendio medio ma, tutto sommato, il gioco vale la candela. Altrimenti, se costasse poco non avrebbe lo stesso valore.

Un diamante va scelto in base a diversi criteri che, solitamente, si identificano con le 4 C  (dall’inglese Cut, Clarity, Carat, Colour). Ad esempio, il taglio (cut) è un aspetto importantissimo poiché proprio da esso dipende la lucentezza e la bellezza del diamante. Se chi esegue il taglio non ha molta esperienza può compromettere negativamente la brillantezza della pietra preziosa. Infatti, un taglio imperfetto non permetterà il riflesso della luce dalle varie facce. Anche la purezza (clarity), il colore (colour) e il peso (carat) rivestono una notevole importanza.

La somma di tutti questi aspetti identifica la qualità e il valore della pietra.

L’importanza della fede nuziale

Ad ogni modo, la scelta potrebbe ricadere anche su un anello di fidanzamento o fede nuziale non convenzionali, l’importante è che la scelta sia personale e fatta col cuore.

Le fedi nuziali rappresentano un simbolo con un forte significato di fondo: celebrano l’amore e il vivere insieme per tutto il resto della vita. Ecco spiegato il motivo del perché la scelta delle fedi è fondamentale e costituisce un momento emozionante quando i due sposi la “legano” al dito.

Che sia in platino, in oro o in palladio, le fedi rimarranno un gioiello prezioso a testimonianza della propria fedeltà, condivisione e amore eterno.

Lo scambio delle fedi nuziali è una pratica risalente sin dagli inizi del ‘500 con particolari incisioni all’interno come il nome di entrambi gli sposi. Prima di allora, invece, il matrimonio era semplicemente un contratto firmato con la successiva benedizione da parte di un prete. Generalmente, la fede veniva collocata sull’anulare sinistro perché si credeva che da lì partiva la vena che arrivava dritto al cuore.

Per fare la scelta giusta è necessario avere delle nozioni sia in materia di gioielli sia per quanto riguarda i gusti e lo stile della propria meta. In ogni caso, nelle vetrine delle grandi maison di lusso e sui vari siti online, come www.glamira.it sarà possibile scegliere tra una varietà infinita di diamanti, anelli e fedi nuziali da perdere letteralmente la testa. Tutto chiaramente autenticato con certificati ad-hoc per attestarne la qualità e la lecita provenienza.

(Visited 5 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *