Alla scoperta del noleggio a lungo termine

Prima di acquistare una nuova auto e lanciarsi in spese molto importanti occorre verificare tutte le possibilità. Chiunque può andare da un concessionario della sua città (esempio Roma) e verificare di persona che esistono delle alternative, come il noleggio a lungo termine. Impostosi negli ultimi anni per la sua praticità d’uso, il noleggio fa risparmiare rispetto all’uso della macchina nuova e risulta estremamente pratico per tutti coloro che fanno un uso assiduo del mezzo e hanno necessità di averlo nuovo, performante senza doversi preoccupare dei costi della svalutazione. Questa formula è applicabile tanto alle aziende e ai professionisti, quanto ai privati, con benefici unici ricompresi tutti nel costo di affitto. Vediamo in breve quali sono.

Chi compra la macchina deve affrontare il dilemma del costo: una spesa media che si aggira intorno ai 18.000 euro e che comunque offre degli innegabili vantaggi. Guidare una macchina nuova è molto diverso dal farlo con una macchina usata, nel secondo caso ci si accontenta, nel primo si ha la piena soddisfazione di aver acquistato un mezzo a proprie spese che è perfetto in quanto appena uscito dalla fabbrica. In secondo luogo: la proprietà è un valore che si potrà permutare in futuro scaricandolo nel mercato dell’usato. Di fronte a questo però abbiamo la dura realtà: spesso dobbiamo ripiegare us un modello che non ci piace, l’auto viene considerata uno status symbol, c’è poco da fare. Inoltre anche facendo dei sacrifici economici quasi sempre ci si dovrà accollare dei costi molto importanti: se prendiamo la vettura a rate ci ritroveremo alla fine del ciclo di finanziamento di fronte a due strade. Una è quella di affrontare la svalutazione seguitando a pagare un mezzo che ormai è difficile da piazzare sul mercato dell’usato; in secondo luogo se abbiamo optato per delle rate minori all’inizio, dovremmo pagare la maxi rata finale, sempre per una macchina già svalutata. Il noleggio a lungo termine risolve questi problemi.

Il vantaggio economico è ancora maggiore per chi usa la macchina come mezzo di lavoro: i professionisti e le partite iva possono sapere dall’inizio quanto spenderanno per l’impiego del mezzo in una finestra temporale ampia, di 3-5 anni, senza doversi più preoccupare della perdita economica rappresentata dalla svalutazione. A fine del ciclo di pagamento il professionista o l’azienda non avranno alcun obbligo in capo: potranno rinnovare il servizio, rinegoziarlo, cambiare modelli. Tutto secondo un metodo previsionale che aiuta a tenere le spese sotto controllo.

I vantaggi non si limitano solo al fatto che non bisogna sborsare il prezzo di listino, ma anche dal fatto che le stesse regole di deducibilità dell’acquisto, valgono per il noleggio. Un rappresentante di commercio godrà del 100% della deduzione IVA e IRPEF. Quando ci si rivolge a una società che offre il servizio, stiamo praticamente affidando ad essa tutte le pratiche riguardanti il possesso dell’auto: l’assicurazione, il bollo (o eventuale superbollo), il costo di prima immatricolazione. Si occupa di tutto: quindi niente scadenze, niente file, niente dimenticanze e conseguenti multe. Nel canone del noleggio sono previsti ulteriori benefit: il cambio degli pneumatici, dei livelli dell’olio, una controllato allo sterzo e la convergenza e nei casi in cui la macchina sia ferma per dette riparazioni, anche la sostituzione del mezzo. In sostanza si prende la macchina e la si guida, non preoccupandosi più del resto.

(Visited 13 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *